(Ita/Eng) Prima di tutto la salute del nostro terreno / First of all we work to gain healthy soils


Ciò che mettono in pratica Federico e sua moglie Elisa, si basa su una forte consapevolezza che non li porta ad avere semplicemente sterili opinioni, ma permette loro di creare i fatti che ne derivano. E' quindi giusto sostenere che un lembo di terra Veneta, il loro, stia vivendo ecologicamente in maniera sana creando anche raccolti alimentari che nella loro comunità nutrono chiunque abbia realizzato il fatto di avere localmente una grande fortuna e una efficace opportunità per tutelare sia la salute alimentare personale che quella ambientale del proprio territorio.


Riporto le loro parole così come le hanno scritte:


"Un' agricUltura senza la "U" vuol dire danni ambientali e sociali.

In questo caso cultura non significa sapere Dante a memoria o parlare il latino, ben venga anche quello, ma significa conoscere il territorio, osservarlo, capirne le caratteristiche, conoscere i suoi abitanti, non aver fretta di risultati, saper attendere, fare un passo indietro guardando però al futuro...

Lasciare una terra migliore di come l'hai trovata, non aver paura, occuparsi e non preoccuparsi"


What Federico puts into practice together with his wife Elisa is based on a strong awareness that does not lead them to simply have sterile opinions, but allows them to create the resulting facts: it is therefore fair to argue that a strip of ground in Veneto, i mean their plots, lives ecologically in a healthy way also creating food crops that nourish anyone who has realized that they have a great fortune locally and an effective opportunity to protect both their own health and that of the environment thanks to these two body&spirit organic farmers.


Here are their words as they wrote them:


"Agriculture it's with the" U " of CULTURE, that's the way to do it because the lack of culture means environmental and social damage. In this case, culture does not mean knowing Dante by heart or speaking Latin, that is welcome too, but it means knowing the territory, observing it, understanding its characteristics, knowing its inhabitants, not being in a hurry for results, knowing how to wait, taking a step back. but looking to the future to leave a land that is better than how you found it: do not be afraid, take care and do not worry"



"Non c'è scommessa più persa, di quella che non giocherò"

"There is no more lost achievement than the one I will not try to reach"

Loro sono così, contengono e valorizzano capacità e purezza; le idee rispecchiano i principi necessari per agire convinti che il suolo sia un tutt'uno con la nostra vita mentre, al contrario, noi troppo spesso agiamo come se fossimo gli esseri viventi più intelligenti e lo facciamo senza renderci conto del piccolo tassello che occupiamo all'interno di un sistema molto più grande, più complesso e maggiormente capace di noi. Viviamo su un pianeta che avrebbe la necessità di quella nostra intelligenza affinchè si affermi e continui a vivere la natura che ci comprende, mentre invece noi da tempo agiamo completamente scollegati da quella natura; nel frattempo le persone come Federico e sua moglie, insieme a tutti coloro che lavorano al progetto agricolo in continua evoluzione, oltre a mettere a disposizione la possibilità di nutrirci genuinamente si sono accollati il compito di fare aprire gli occhi a chiunque lo desideri. La disponibilità che mettono in gioco nel condividere la loro esperienza è preziosa e io credo che sia come una chiave che apre la porta giusta: bisognerebbe però usarla per imparare a riconnettersi con la terra senza più consumarla.


They are like that, they contain capacity and purity; their ideas reflect the principles necessary to rethink the soil as one with our life and instead we humans often believe ourselves to be the most intelligent living beings, without realizing the small piece we occupy in a much larger complex system and clever of us and we live on a planet that would need that intelligence to put it to good use in order that the winner was the totality of natural life that includes us as well. We have been completely disconnected from nature for some time and therefore people like them, in addition to making available the possibility to nourish us genuinely, have also taken on the responsibility of let opening the eyes of anyone who wants it of course. The availability and sharing of their experience is precious to understand how to be in the world without consuming it; i believe that Federico and his wife Elisa are like a key that opens the right door and it should be used to learn to reconnect with nature without destroying it anymore.



"I nostri terreni di Piccola Terra Bio sono progettati con il totale rispetto ecologico. L'esperienza precedente durata parecchi anni in un ettaro in affitto ci ha portati alla consapevolezza del fatto che senza una visione globale a lungo termine, senza realizzare che facciamo parte di un unico sistema composto dalla terra e da noi esseri umani, nulla ha un senso compiuto nei confronti della vita dei territori e dei loro abitanti. Noi due siamo proprio in mezzo, tra le nostre terre sane e la nostra comunità; facciamo parte di entrambe e le rispettiamo per cui ascoltiamo la terra, la curiamo con pratiche naturali, adottiamo tecniche di agroforestazione grazie alle quali, ad esempio, stimoliamo la crescita di una fascia arborea proprio perchè l'ombra è importante come il sole e non solo per quello..."


"Our land of Piccola Terra Bio is designed with total ecological respect. The previous experience of several years in a rented hectare has led us to the awareness of the fact that without a global and long-term vision, we say as a single made up of the earth and of us human beings, nothing makes sense towards the life of the territories and their inhabitants. The two of us are right there in the middle, between our lands and the community of this territory; we are part of both realities and for this we adopt principles and techniques of agroforestry so, for example, we stimulate the growth of an arboreal belt precisely because the shadow is as important as the sun and not only for that ... "

Federico ed Elisa coltivano su aiuole permanenti in maniera da concentrare la totale attenzione sul terreno cosicchè dal punto di vista agroecologico possa essere strutturato bene oltre che nutrito in maniera naturale e ricca; usano sovescio, compost, sorgo e praticamente sfruttano la stessa natura per trarre risorse che unite al loro lavoro danno vita ad altra natura sana, che nasce e cresce nei loro campi biologici. A parer mio sanno molto bene che il suolo ha un enorme bisogno di nutrirsi e quindi ha la necessità di materia organica, di molti minerali e di microorganismi: se il terreno vive bene e gli enzimi della vegetazione funzionano digerendo e trasformando in energia i nutrienti, proprio come un'essere umano, i vantaggi si trasferiscono negli alimenti che acquistano, sapore, profumo, croccantezza, fibra, ma soprattutto aumentano quella capacità che noi abbiamo ormai dimenticato e cancellato per colpa dei cibi figli del ciclo industriale: sto parlando della densità nutrizionale che nei prodotti alimentari industriali è molto bassa e quindi si potrebbe dire che si limitano ad alimentarci ma non ci nutrono.


Federico and Elisa cultivate on permanent flower beds in order to concentrate total attention on the land so that from the agroecological point of view it can be well structured as well as nourished in a natural and rich way; they use green manure, compost, sorghum practically exploit the same nature to draw resources that allow them to give life to another healthy nature, which is born and lives in their biological fields. In my opinion they know very well that the soil has an enormous need to feed itself and therefore needs organic matter, many minerals and microorganisms; if the soil lives well, it means that the enzymes of the soil plant life are digesting and transforming nutrients into energy, just like for a human being, the advantages are transferred to the foods that improve flavor, aroma, crunchiness, fiber, but above all they increase that capacity that we have now forgotten and canceled due to the foods that come from the industrial cycle: it's the nutritional density that in food products industrials is very low and therefore it could be said that they fuel us but do not feed us.


"Noi siamo responsabili del nostro territorio e cerchiamo di mettere in campo delle buone pratiche in sintonia con la nostra terra; certamente per fare tutto questo ti metti in gioco totalmente e in un certo senso dimentichi la tua vita o per meglio dire il lavoro diventa la tua vita, il tuo modo di affrontare l'esistenza"


Io credo fermamente che tutto si giochi esattamente sul confine che divide la sufficienza dalla totalità ed è proprio nell'istante in cui valichi quella linea e ti dedichi "totalmente", che scopri se sei alimentato o meno da passione e vocazione; se lo sei, non avverti il peso del tanto tempo che impieghi per il tuo progetto, mentre se non lo sei non arrivi nemmeno a fare tutto il ragionamento. Chi guarda anche solo con curiosità a questo tipo di persone deve essere cosciente di avere a disposizione la preziosa possibilità di tutelare la propria alimentazione e contemporaneamente il proprio ambiente, un'occasione che non va mai trascurata perchè chi crea alimenti lealmente nei confronti della natura e dei fruitori di quel cibo, ha la fondamentale necessità che noi tutti, il più possibile, aderiamo al ciclo vitale che ha innescato e lo dobbiamo fare acquistando in prossimità quegli alimenti. E' un ciclo di vita che comprende gli acquirenti di un territorio, i contadini di quella zona e le loro terre sane: il risultato è il benessere unico che finalmente non è divisibile ma esclusivamente condivisibile.


"We are responsible for our territory and we try to field good practices in harmony with our land; certainly to do all this you put yourself totally on the line and in a certain sense you forget your life or rather your work becomes your life and your way of facing existence"


I firmly believe that everything plays out exactly on the border that divides sufficiency from totality and it is precisely the moment you cross that line and dedicate yourself totally, that you discover whether or not you are stoked by passion and vocation; if you are, you do not feel the weight of so much time that if for your project, while if you are not you do not even get to do all these reasoning. Those who look at this type of people even only with curiosity must know that exists the chance of protecting their diet and their environment at the same time, an opportunity that should never be overlooked because those who create food loyally towards the environment and towards who eats of that food, has the fundamental need that all of us, as many as possible, join to the life cycle by buying food nearby. It's a unic life cycle that includes the buyers of that territory, the farmers of that area and their healthy grounds: the result is the unique well-being that is finally not divisible but exclusively shared.





"Il tempo che noi spendiamo durante le nostre giornate in Piccola Terra Bio è vita, non posso chiamarlo lavoro; il nostro progetto richiede sperimentazione, aggiornamento continuo e mi piace pensare che se non ti trovi con l'acqua alla gola non arrivi alle soluzioni che altrimenti non cercheresti. Si tratta di avere un rapporto vitale e onesto con il proprio terreno quindi per gli stessi principi di lealtà a noi non interessa vendere e non sapere dove finiscono i nostri raccolti perchè altrimenti non esisterebbe tutto quello che abbiamo costruito e il modo in cui lo stiamo portando avanti; pensa che ci piace parlare di < MINUTO 0 > e non di < KM 0 > , infatti noi siamo organizzati per vendere la frutta e la verdura fresche di raccolto nel nostro punto vendita e una volta a settimana consegniamo le cassette che i clienti ordinano e vengono a ritirare presso il giardino della casa dei miei genitori; inoltre abbiamo costituito un gruppo di 15 famiglie con le quali operiamo come CSA e ogni settimana, sulla base di una lista pubblica, prepariamo le loro cassette di alimenti. Ma la cosa importante da trasmettere a chi ci legge è che lavorare la terra è un impegno pesante è vero, se lo si fa con rispetto diventa ancora più gravoso, però è anche vero che il tempo per divertirci ed essere creativi non ci manca e nel video credo che si veda!"


"The time we spend during our days in Piccola Terra Bio is life I cannot call it work. Our project requires experimentation and continuous updating and I like to think that if you don't find yourself in dire straits you won't get to solutions that otherwise you will not look for. It is about having an energetic and lively relationship with your land just as we are not interested in selling and not knowing where our crops end up because otherwise everything we have built and the way in which we are carrying it out would not exist; think that we like to talk about <ZERO-MINUTE > and not about <ZERO-KILOMETER>, in fact we are organized to sell totally fresh crops in our store and once a week we deliver the boxes that customers order and come to collect at the garden of the my parents; in addition we have formed a group of 15 families with whom we operate as CSA (community supported agricolture) and every week on the basis of a public list we prepare their food boxes.

Working the ground is a heavy commitment and if you do it with respect it becomes even more burdensome, but I say this to reassure everyone, even the time to have fun is not lacking and in the video you can see ... "



 

"Ci sono ancora due cose alle quali teniamo tutti molto e che vorrei dire. La prima riguarda il nostro broccolo padovano che nel nostro territorio è un pò come se fosse il re dei broccoli; la sua particolarità è quella di essere un broccolo a tutta foglia, quindi molto resistente alle basse temperature e sul nostro sito c'è una pagina dedicata alla spiegazione dei motivi che ci hanno spinti a recuperare il suo seme antico" (link)


"There are still two things that I would like to tell you and that we all care a lot about. The first concerns our Paduan broccoli which in our territory is a bit like it was the king of brassicas; its peculiarity is that of being a full-leaf broccoli, entirely made of leaves, therefore very resistant to low temperatures"


"La seconda cosa riguarda il nostro neonato Collettivo Rizosfera, un gruppo che si è costituito grazie alla collaborazione di 4 microfarm che da anni lavorano rigenerando il suolo con pratiche che ne aumentano vitalità e fertilità. Abbiamo intenzione di formare e supportare nuove realtà agricole che sono interessate a conoscere e imparare il nostro modello di agricoltura grazie a video e corsi"

(link al sito)

(link alla pagina Facebook)


"The second thing that i wpould like to explain, concerns our newborn Rizosfera Collective which was established thanks to the collaboration of 4 microfarms that have been working for years by regenerating the soil with practices that increase its vitality and fertility. We intend to train and support new peasant realities that want to learn the know-how of our model of agriculture thanks to videos and courses"

Una cosa la voglio aggiungere anch'io.


Probabilmente sono stato influenzato dall'aver parlato a lungo con Lorenzo, però ho come l'impressione che il non voler conoscere persone come loro e tutto quello che mettono in campo, il non frequentarli, il non partecipare alle visite e alle esperienze guidate nell'azienda agricola, il non portarci i propri figli, il non parlarne e non essere curiosi, sia un po' come prendersi in giro da soli e, se la terra potesse risponderci, voglio immaginare che reagirebbe un po' così:


"Senti, ma tu che non sfrutti un'occasione come questa, dimmi un po': stai prendendo per il culo solo me oppure tutti e due insieme? Guarda che io ne ho bisogno di gente come loro e anche tu! Non lo hai ancora capito che la catena alimentare industriale vende a prezzi che non sono reali devastando il pianeta e creando danni sociali? Tu credi veramente che, ad esempio, meno di 1 euro per un vasetto di passata di pomodoro sullo scaffale sia un prezzo reale? Non è così, perchè dovresti calcolare e aggiungere i danni ecologici che le industrie recano a me la terra, ai fiumi, ai laghi, alle falde acquifere, alla vegetazione, alle biodiversità animale e vegetale, all'aria, alla tua salute alimentare personale precaria a causa di cibi svuotati della loro densità e capacità nutrizionale, alimenti che io, la terra, ho creato per l'industria alimentare ma l'ho fatto forzata dalla chimica di sintesi che mi iniettano, che mi consuma e che poi chiaramente tu ti ingolli insieme a quegli alimenti che risultano perfetti solo negli spot pubblicitari ingannevoli e green-washed. Ecco, questi costi nascosti che comprendono quelli della pubblicità che ti confonde solamente per farti allungare la mano sullo scaffale, in molti casi contengono anche speculazioni sui lavoratori sottopagati qua e là nel mondo per trarre sempre maggiori profitti e alla fine, il risultato diventa il prezzo che paghi tu, che sborsa la collettività insieme a me: la tua terra. Chissà perchè nel comune dove vivi aumentano il costo dell'acqua, dello smaltimento rifiuti, delle tasse ambientali, ne nascono di nuove mai viste prima, però allo stesso tempo si consumano tonnellate di carta per fare arrivare a casa tua i depliant pubblicitari dei supermercati della tua zona: abbattono alberi per arrivare da te con un foglio che ti racconta come la qualità e il risparmio siano solo in quello o in quell'altro supermarket... Riesci a comprendere che è un'enorme presa per il culo? Se poi, tutto ciò che ho descritto non accade proprio sotto casa tua, sta comunque avvenendo poco lontano da te in un pianeta che è unico, è nostro, eppure si sta consumando: io la tua terra e te il mio essere umano, non siamo molto differenti perchè se io sto bene, stai bene anche tu e se io continuo a star male, alla fine, nessuno dei due camperà a lungo e poi hai voglia te a mangiare cibo ogm in scatola..."


I want to add one thing too. I was probably influenced by having talked for a long time with Lorenzo, but I have the impression that not wanting to meet people like that and everything they put in place, not frequenting them, not buying their products, not participating in visits and guided experiences on the farm bringing your children, not talking about them, both like making fun of yourself and if the earth could answer us I want to imagine that it would react a bit like this:

"Listen, but you who don't take advantage of an opportunity like this, tell me: are you taking the piss only me or both together? I need people like them and you too! Haven't you realized yet that the industry food chain sells at prices that aren't real? Do you really believe that, for example, less than 1 euro for a jar of tomato sauce on the shelf is the real cost? It's not the truth because you should calculate the ecological damage that industries cause to grounds, rivers, lakes, aquifers, vegetation, animal and plant biodiversity, air and to your personal health due to poor nutrition and of foods emptied of their density and nutritional capacity, foods that I, the earth, have created for the industries, but i was forced by the synthetic chemistry they inject me and that is destroying me and which then clearly you widely swallow eating that crap food. These hidden costs which include anc he speculations on underpaid workers to make more and more profits eventually become a price that you pay, that the community pays together with me: your ground. Who knows why in your municipality the cost of water and waste disposal increases, environmental taxes never seen before arise, all money that should be used to clean up the consumed environment and if then everything I have described does not happen right under your house, be sure that however it is happening not far from you, on a planet that is unique, it is mine and yours, it is ours and it is consuming itself: you and I are not very different because if I am well you are fine too and if I continue to feel bad, in the end, both we no longer will exist."



 

PER INFORMAZIONI / FOR MORE INFOS "Piccola Terra Bio" , via Ponte Cazzola 8/A 36026 Pojana Maggiore, Veneto

https://www.facebook.com/piccolaterra.bio

Federico / Elisa +39 329 472 0304


P.S. Il materiale illustrativo gentilmente concesso da Lorenzo ed Elisa è proveniente dal loro account Facebook.


 

#seminatebuonavita #sowseedsofagoodlife

#cercauncontadinovicino #findapeasantnearby #biodiversità #mappaterresane #salvaterrenoalimentievita #progettoetico #ethicalprj #naturale #rispetto #sustainable #radpeoplestokedbypassion #gentemeravigliosa #cavolopadovano #letsoildothetalking #savesoilsavefoodsavelife #alimentilocali #piccolaterrabio #pojanamaggiore #rizosfera



 

>>>NON HAI PIU' SCUSE: CERCA UN CONTADINO VICINO

>>>NO MORE EXCUSES: FIND A PEASANT NEARBY


SLIP THE MOUSE ON HealthySoilMap® AND CLICK

CLICCA SULLA MappaTerreSane®